Assicurati, a nostra insaputa


polizze occulteLe polizze occulte cadono nel mirino dell’IVASS. Conti correnti, viaggi, ma anche beni di consumo come i cellulari contengono clausole di cui siamo totalmente ignari. Di cosa si tratta?

Assicurazioni, spesso legati a pacchetti all inclusive, che fan parte anche delle piu’ comuni bollette: acqua, luce e gas. Si è acceso un vero e proprio faro che sta valutando un’azione congiunta a tutela dei consumatori, essendo stata l’indagine trasmessa all’autorità Antritrust nonchè al Garante della Privacy.

Costi che “pensiamo” di non sostenere, e che si dichiarano gratuiti quando invece si tratta di accordi commerciali presi tra gli assicuratori e gli operatori economici in precedenza. Prime tra tutte le agenzie di viaggio, al secondo posto i concessionari auto e primi nella lista anche gli istituti bancari. Non mancano poi le forniture di servizi primari, ma anche aziende di trasporti e Associazioni sportive. Si tratta di polizze abbinate che hanno per la stragrande maggioranza, premi inferiori ai 30 euro. Solo nel 40 % dei casi però è indicato che sotto vi è una polizza, nei restanti casi il benefit è assicurato come gratuito.

Il compito dell’Autorità sarà stabilire se effettivamente la prestazione assicurativa non ha portato ulteriori costi per il consumatore, e se questo è consapevole di aderire ad un qualcosa che non ha effettivamente richiesto. Le criticità maggiori ad ora emerse riguardano non solo la conoscenza ma anche le modalità di adesione e di eventuale scioglimento dei contratti stipulati, a nostra insaputa. 

 

Laura Petringa

Informazioni su Laura Petringa

Addetta stampa, parte dalla finanza e passa poi nel turbinìo del mondo politico. Redattrice viaggi di Libero.it, tornata alla passione originaria si occupa ora di eventi, teatro, musica e arte: le sue passioni. Sommelier, è amante del buon cibo e della moda in tutte le sue forme.