i phoneGli avvisi di chiamata sono ora a pagamento. Già, i messaggi così utili, a cui ci eravamo ineluttabilmente abituati, inviati dal gestore quando il telefono non è raggiungibile per Vodafone e Tim sono diventati a pagamento.

A partire da ieri, lunedì 21 luglio, gli SMS di avviso hanno cambiato policy e ad avvertire gli utenti sono stati i giornali e diversi messaggi da parte delle compagnie. Ecco però che è possibile richiedere la disattivazione del servizio. Per Tim i servizi in question

e sono: “Lo Sai” e “Chiama Ora”, mentre per Vodafone  “Chiamami” e “Recall”.

Avvisi molto utili a dire il vero, a cui  i più certo non rinunceranno. Vediamo però quali sono i costi che si prospettano. Per quel che riguarda TIM, i due servizi base  costeranno in totale 1,90 euro (IVA inclusa) ogni q

Servizio Chiamami uattro mesi per le ricaricabili, e si rinnoveranno automaticamente allo scadere del quadrimestre con addebito su credito residuo. Per chi invece possiede un abbonamento il servizio sarà gratuito fino al 6 settembre, dopodichè  avrà un costo di 48 centesimi (IVA inclusa) al mese.

Vodafone ha una politica differente: l’opzione costerà  6 centesimi al giorno per ogni giorno in cui si riceve almeno un messaggio del servizio, fino a un massimo di 1,86 euro (IVA compresa) nei mesi di 31 giorni.

Per disattivarli sarà possibile chiamare i numeri gratuiti ( rispettivamente il 40920 e il 42593 per Tim e Vodafone).

L’operazione ha ricevuto diverse critiche da parte degli utenti, poichè la comunicazione non è stata ritenuta sufficiente e tempestiva. Effettivamente i servizi sono stati attivati gratuitamente su tutti i numeri di telefono ed  alcune associazioni di consumatori si trovano già sul piede di guerra.