L’energia del Genio: il lungometraggio dedicato a Michelangelo Antonioni

L’ENERGIA DEL GENIO: QUESTA SERA, A ROMA, LA PREMIERE DEL LUNGOMETRAGGIO DEDICATO A MICHELANGELO ANTONIONI E AL GRANDE CINEMA ITALIANO.

Il primo documentario-film, interamente dedicato a uno dei maggiori Maestri del cinema mondiale e ai tanti attori che lavorarono con lui: Monica Vitti, Lea Massari, Gabriele Ferzetti, Marcello Mastroianni, Alain Delon, Virna Lisi, Fanny Ardant, Dominique Blanchard. Con interviste ai suoi tanti prestigiosi collaboratori, produttori e autori:  Cino Del Duca, Vera Pescarolo-Montaldo, Tonino Guerra, Flavio Nicolini. E riprese effettuate su quelli che furono i set esterni dei suoi capolavori, anche con un confronto tra ieri e oggi, come Ferrara e Ravenna, Panarea e Stromboli e la stessa Capitale, Roma “Hollywood”.

Una grande carrellata sul Maestro del “Neorealismo Interiore” e “dell’Incomunicabilità”, ancora celebrato nelle scuole di cinematrografia di tutto il mondo e i cui insegnamenti spesso rivivono e si riconoscono nei migliori film contemporanei.

Tutto questo si è rivisto, la sera di mercoledi 6 maggio,  in occasione dell’anteprima assoluta del lungometraggio, in una serata organizzata a Roma, che ha visto la partecipazione di oltre un centinaio di personalità della cultura e dell’economia, ospitata nella sede di GDF SUEZ, la più grande azienda energetica del mondo. Di fronte alle rive del Tevere, nel grande auditorium del colosso internazionale, gli invitati hanno potuto ripercorrere immagini e suoni di una storia che ancora emoziona.

Nell’occasione, la società ha voluto presentare anche il cambio di nome, da GDF Suez a Engie, deciso e annunciato dalla casa madre francese lo scorso 24 aprile.

In Italia, GDF Suez – Engie realizza  un fatturato di 4,3 miliardi di euro, con 3.200 dipendenti. Quarto operatore del gas e settimo nell’elettricità, con oltre un milione di clienti.