World press photo 2015 : la fotografia è il giornalismo più vero

Pubblicato il da

Mercoledì 29 Aprile ha inaugurato presso il museo di Roma in Trastevere, la mostra World Press Photo 2015. L’esposizione rimarrà aperta fino al 22 maggio.

Il premio è uno dei più importanti riconoscimenti nell’ambito del fotogiornalismo. Ogni
anno, da 58 anni, una giuria indipendente formata da esperti internazionali è chiamata ad esprimersi su migliaia di domande di partecipazione provenienti da tutto il mondo , inviate alla World Press Photo Foundation di Amsterdam.

Tutta la produzione viene esaminata e le foto premiate , che  costituiscono la mostra, pubblicate nel libro che le accompagna. Per questa edizione le immagini sottoposte alla giuria sono state 97.912, inviate da 5.692 fotografi professionisti di 131
diverse nazionalità.

Sono stati premiati 41 fotografi di 17 diverse nazionalità : Australia, Bangladesh, Belgio, Cina, Danimarca, Eritrea, Francia, Germania, Iran , Irlanda, Italia, Polonia, Russia, Svezia, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti.

La foto dell’anno 2015 è del danese Mads Nissen. L’immagine mostra jon e Alex, una coppia gay, durante un momento intimo a San Pietroburgo in Russia, poiché la vita per gli omosessuali e i transessuali sta diventando sempre più’ difficile li. Un progetto più ampio dal titolo “Homophobia in Russia” realizzato per Scanpix.

Nove i fotografi italiani vincitori :: Fulvio Bungani, Turi Califato, Giulio di Sturco, Paolo Marchetti, Michele Palazzi, Andy Rocchelli, Massimo Sestini, Gianfranco Tripodo e Paolo Verzone.

Storie d’attualità

 

Foto singole

1° premio – Mads Nissen

2° premio – Ronghui Chen

3° premio – Fulvio Bugani

 

Reportage

1° premio – Giulio Di Sturco

2° premio – Tomas van Houtryve

Menzione d’onore – Fatemeh Behboudi

 

Notizie generali

 

Foto singole

1° premio – Sergei Ilnitsky

2° premio – Massimo Sestini

3° premio – Gianfranco Tripodo

 

Reportage

1° premio – Pete Muller

2° premio – Glenna Gordon

3° premio – Sergey Ponomarev

 

Spot News

 

Foto singole

1° premio – Bulent Kilic

2° premio – Tyler Hicks

3° premio – Bulent Kilic

 

Reportage

1° premio Jérôme Sessini

2° premio – Jérôme Sessini

3° premio – Arash Khamooshi

 

Vita quotidiana

 

Foto singole

1° premio – Cai Sheng Xiang

2° premio – Åsa Sjöström

3° premio – Malin Fezehai

 

Reportage

1° premio – Michele Palazzi

2° premio – Sarker Protick

3° premio – Turi Calafato

 

 

 

 

Sport

 

Foto singole

1° premio – Bao Tailiang

2° premio – Al Bello

3° premio – Mark Metcalfe

 

Reportage

1° premio – Kieran Doherty

2° premio – Sergei Ilnitsky

 

Natura

 

Foto singole

1° premio – Yongzhi Chu

2° premio – Ami Vitale

3° premio – Sandra Hoyn

 

Reportage

1° premio – Anand Varma

2° premio – Christian Ziegler

3° premio – Paolo Marchetti

 

Ritratti

 

Foto singole

1° premio – Raphaela Rosella

2° premio – Liu Song

3° premio – Lisa Krantz

 

Reportage

1° premio – Sofia Valiente

2° premio – Andy Rocchelli

3° premio – Paolo Verzone

 

Progetti a lungo termine

 

1° premio – Darcy Padilla

2° premio – Kacper Kowalski

3° premio – Lu Guang 

ipse dixit

Alfano parla di carcere per chi sceglie l’utero in affitto. Ma il ministro lo sa che in Italia questa pratica è già vietata dalla legge 40? continua

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili
21 aprile 2015 | Giovedì 23 aprile – ore 18,00 Libreria Ibs Via Nazionale, 254 – Roma Presentazione del libro “Il Creasogni” di Simone...