I fatti della settimana

Pubblicato il da

La tragedia della Germanwings. La mattina del 24 marzo un Airbus della Germanwings, la compagnia low cost della tedesca Lufthansa, si è schiantato a 2.700 metri di altezza sul massiccio dei Trois Eveches, nelle Alpi dell’Alta Provenza, mentre era in volo da Barcellona a Düsseldorf. Aveva a bordo 149 passeggeri.

Il mistero folle del copilota assassino #germanwings

Una foto pubblicata da Sfera Pubblica (@sferapubblica) in data:

 

Secondo il New York Times, al momento dell’impatto, uno dei due piloti era chiuso fuori della cabina e avrebbe tentato, invano, di sfondare la porta per rientrare. Lo scoop del quotidiano americano viene confermato nel giro di 24 ore. Dall’analisi della scatola nera emerge, infatti, la volontà del secondo pilota di provocare l’incidente. La dinamica fin qui ricostruita vede il ventisettenne tedesco Andreas Lubitz che approfitta del momentaneo allontanamento del pilota per chiudersi, da solo, dentro la cabina di pilotaggio, per poi dirigere l’aereo verso terra. Il comandante avrebbe tentato di sfondare la porta senza successo. Le indagini su Lubitz hanno fatto emergere una personalità preoccupante e complessa. Aveva nascosto la sua depressione e probabilmente anche un problema alla vista che avrebbe potuto ostacolare la sua carriera.

 

#AndreasLubitz il copilota della#germanwings, bravo ragazzo con l’ombra della depressione

Una foto pubblicata da Sfera Pubblica (@sferapubblica) in data:

 

Dopo Lupi. Matteo Renzi ha assunto l’interim del Ministero delle Infrastrutture, lasciato vacante da Maurizio Lupi. Dovrebbe tenerlo per un paio di settimane, in attesa di scegliere il successore. Tra i papabili il solito Graziano Delrio o il consigliere economico Andrea Guerra.

Spioni. In settimana monta una polemica riguardante il decreto antiterrorismo, spinta anche dalla preoccupazione espressa dal garante per la Privacy. Il testo approvato dalle commissioni prevedeva infatti la possibilità per lo Stato di avere libero accesso, attraverso software occulti, ai computer di persone sospettate di qualsiasi reato, non necessariamente di matrice terroristica.
Per fermare il focolaio di polemiche, il premier Matteo Renzi ha preteso e ottenuto lo stralcio del passaggio del provvedimento incriminato. Se ne riparlerà in futuro.

ipse dixit

Alfano parla di carcere per chi sceglie l’utero in affitto. Ma il ministro lo sa che in Italia questa pratica è già vietata dalla legge 40? continua

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili
21 aprile 2015 | Giovedì 23 aprile – ore 18,00 Libreria Ibs Via Nazionale, 254 – Roma Presentazione del libro “Il Creasogni” di Simone...