Elton Johnn vuole boicottare Dolce e Gabbana

Pubblicato il da

In settimana gli stilisti Stefano Dolce e Domenico Gabbana sono stati oggetto di feroci critiche a causa di una copertina di Panorama in cui i due si dichiaravano a favore della famiglia ‘tradizionale’ (dove per tradizionale si intende eterosessuale). Un’affermazione in forte contrasto con un’altra copertina, questa volta di Vanity Fair, in cui, ben dieci anni prima, la coppia di stilisti siciliani parlava del desiderio di diventare padri.
Malgrado il radicale cambio di opinione, è un’altra la dichiarazione che ha fatto andare su tutte le furie Elton John, quella in cui si parla dei figli nati dall’utero in affitto.

Dolce: “Non l’abbiamo inventata mica noi la famiglia. L’ha resa icona la Sacra famiglia, ma non c’è religione, non c’è stato sociale che tenga: tu nasci e hai un padre e una madre. O almeno dovrebbe essere così, per questo non mi convincono quelli che io chiamo figli della chimica, i bambini sintetici. Uteri in affitto, semi scelti da un catalogo. E poi vai a spiegare a questi bambini chi è la madre. Procreare deve essere un atto d’amore, oggi neanche gli psichiatri sono pronti ad affrontare gli effetti di queste sperimentazioni”.

Elthon Johnn e il marito David Furnish, hanno due figli, da una madre surrogata, grazie alla fecondazione artificiale.

L’ira si sfoga su instagram.

 

Come osate chiamare i miei bellissimi bambini “sintetici”. E vergognatevi di alzare le vostre piccole dita per giudicare la FIVET [la tecnica di fecondazione assistita che prevede la fecondazione dell’ovulo fuori dal corpo della donna e il successivo trasferimento dell’embrione nell’utero] – un miracolo che ha permesso a una moltitudine di persone amorevoli, sia etero che gay, di realizzare il proprio sogno di avere dei figli. Le vostre idee arcaiche non sono al passo coi tempi, esattamente come i vostri vestiti. Non vestirò mai più Dolce & Gabbana. #BoycottDolceGabbana

Al boicottaggio si unisce anche Courtney Love, che, sempre usando Instagram, dice che vorrebbe bruciare i suoi abiti D&G

I just round up all my Dolce & Gabbana items and want to burn them. I’m just beyond words and emotions. Boycott senseless bigotry! #boycottD&G Una foto pubblicata da Courtney Love Cobain (@courtneylove) in data:

 

Stamattina Gabbana, che è intervenuto anche nei commenti alla foto di Elton John, chiamandolo ‘fascista’, controbatte con un’intervista sul Corriere della Sera

 

Dopo quell’intervista vi aspettavate qualche reazione?
«È successa una cosa strana: l’intervista non l’ha letta nessuno perché altrimenti basterebbe leggerla in buona fede per vedere che non c’è nulla dietro questo baccano. Semplicemente, viene usata come pretesto per metterci in bocca cose che non abbiamo detto. Noi siamo per la libertà: ognuno faccia le scelte che vuole. Domenico ha delle idee, ha fatto delle scelte. Elton John ne ha fatte altre. Scelte diverse, vite diverse. Stesso rispetto. Però vedo che ci sono, specialmente in Rete, anche i gay omofobi: quelli che offendono altri gay che esprimono idee diverse».
Alla domanda «Avreste voluto essere padri?» lei ha risposto «Sì, io un figlio lo farei subito», Domenico invece «Sono gay, non posso avere un figlio».
«Ecco, è tutto qui. Domenico ha detto che preferirebbe la famiglia classica, è la sua opinione. Non è a suo agio con la fecondazione assistita, è il suo imprinting tradizionale siciliano. Io la vedo diversamente da lui. Nel rispetto reciproco».

 

Ora vedremo se tornerà la pace.

ipse dixit

Alfano parla di carcere per chi sceglie l’utero in affitto. Ma il ministro lo sa che in Italia questa pratica è già vietata dalla legge 40? continua

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili
21 aprile 2015 | Giovedì 23 aprile – ore 18,00 Libreria Ibs Via Nazionale, 254 – Roma Presentazione del libro “Il Creasogni” di Simone...