Torna Ballarò, tutte le novità

Domani sera, ore 21.05, torna Ballarò. Ma a parte le sedie di cartone, arredo storico della trasmissione di Rai tre, le novità fioccano. Cambia innanzitutto il conduttore: non più Giovanni Floris, che ha contribuito in maniera decisiva al successo del programma, ma Massimo Giannini, il vicedirettore di Repubblica.
Cambia anche la sigla, non più Jeux d’enfants di René Dupéré riarrangiata ed eseguita da Alessandro Mannarino, ma Ivano Fossati.

Infine cambia anche un ospite fisso e caro al pubblico di Ballarò. A sciorinare i dati dei sondaggi non sarà più Nando Pagnoncelli, passato anche lui a La7, ma Alessandra Ghisleri, la sondaggista di Silvio Berlusconi voluta espressamente da Giannini per coprire il vuoto lasciato da Pagnoncelli. La Ghisleri è nota non solo per il suo cliente più famoso, ma anche per le sue previsioni fuori dal coro eppure quasi sempre azzeccate. Fu lei, ad esempio, che nel 2006 aveva previsto la distanza ridottissima fra Romano Prodi e Silvio Berlusconi alle politiche.

Incerto il destino invece della copertina satirica. Fascia che rimarrà, ma che passerà di comico in comico. Aprirà le danze la partecipazione straordinaria (e “gratuita”, tengono a precisare in Rai) di Roberto Benigni.

Gli ospiti della prima serata invitati a far compagnia al debutto di Giannini sulla terza rete Rai sono, tra gli altri, Romano Prodi, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio e il direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli.