Papa Bergoglio parte per Gaza, ma la notizia è una bufala

Papa Francesco

“Mi rendo conto che le parole e le preghiere non bastano, anzi, non servono, quindi vado di persona e tenterò in tutti i modi una mediazione e una pacificazione. Prima andrò a Gaza poi subito dopo volerò in Palestina e mi sentiranno! Se Dio vorrà fermerò questa maledetta guerra”. Queste le parole attribuite a Papa Francesco dal sito online “Gazzettino web. Notizie incredibili”.

Il nome del sito dovrebbe far già riflettere. Purtroppo però, on line e in particolare sui social network, la febbre della condivisione è più forte di quella dell’approfondimento. Nel giro di poche ore la notizia è ribalzata su diverse testate online e ricondivisa come “plausibile” da molti utenti della rete.

Non è bastata nemmeno la smentita del Gazzettino web che in un nuovo post ha chiarito la vicenda della bufala. Secondo il sito di notizie “incredibili”, il virgolettato di Papa Bergoglio sarebbe da attribuire ad una, non meglio specificata, agenzia stampa. Peccato però che non vi è traccia di questa prima fonte. Né cercando a ritroso, né cercandone il riferimento sul web.

La verità, più probabilmente, è che di siti o pagine Facebook create ad hoc per mettere in circolo delle bufale ne esistono a bizzeffe. Sono siti che hanno il fine di raccogliere un grosso traffico di utenti e poi di monetizzare i click sui propri banner oppure accumulare un’ingente base di fan da sfruttare. Con il rischio, però, di mettere in circolo notizie false o non verificate. Celebre, qualche tempo fa, la bufala sul fantomatico senatore Cirenga.

Giacomo Rossi

Informazioni su Giacomo Rossi

Ha i suoi principi. Non ha mai venduto armi, droga o cibi dietetici. In compenso si occupa di comunicazione. E questo non lo fa sentire meno colpevole. Twitter: @instagiac