Lecce, ecco Moscardelli. Lui e Miccoli per il “Piano B”

I salentini l’anno scorso hanno sfiorato il passaggio di serie: in B è andato il Frosinone, dopo la doppia finale di play off che vedeva il Lecce come favorito. Niente da fare: pazientare un anno è dura, soprattutto per un pubblico caldo come quello del Via del Mare. E anche Fabrizio Miccoli, il Maradona del Salento, sembrava destinato a lasciare la sua squadra dopo l’obiettivo mancato. Così non è stato.

Miccoli ha rinnovato il suo contratto dopo essere andato in scadenza a giugno. Miccoli ha rinnovato il suo contratto, riducendosi di molto l’ingaggio. Miccoli ha rinnovato il suo contratto e ora, insieme a Moscardelli, proverà a riportare il Lecce nel campionato cadetto. Poi, chissà.

Il Mosca, il bomber, l’uomo che ha lanciato quella moda della barba lunga sfoggiandola sui terreni di gioco. Quel numero 10 del Bologna diventato un mito tra tifosi e amanti del calcio, con la sua coda di cavallo e la barba che definirla incolta sarebbe un eufemismo. Altro che incolta, la sua è coltivata e curata a dovere.

Ma non inganni quest’atteggiamento da buontempone. Davide è un uomo squadra, un ragazzo che, come si suol dire, “fa gruppo”. In campo, poi, da il 100% ormai da anni. Se lo ricordano bene a Piacenza, in B. Se lo ricordano a Verona con la maglia del Chievo. Non aveva ancora la barba ma continuava a dare sfoggio delle sue qualità tecniche. Sinistro potente, forza fisica, sponde e stacco di testa: l’ariete classe 80′ è il complice perfetto per Fabrizio Miccoli. I tifosi sognano in grande.

Dopo aver riabbracciato Miccoli, eccolo il vero “piano B”: il piano per tornarci, in B. E in questo piano un ruolo fondamentale l’avrà Davide Moscardelli. Affiancato, manco a dirlo, dal Maradona del Salento. Due mancini d’eccezione, un tandem offensivo da far impallidire tutta la Lega Pro.

La Serie B per i salentini, quest’anno, sembra già più vicina.

Leonardo Mazzeo

Informazioni su Leonardo Mazzeo

Leonardo sogna di diventare uno scrittore. Poi si sveglia e studia diritto. Nel tempo libero. Per il resto della giornata pensa, legge, mangia, fuma, scrive pensa, beve, pensa. Ultimamente finge si saper suonare la chitarra. C'è chi lo definisce un sognatore, un poeta, un eterno innamorato. Lui preferisce definirsi molto più umilmente un coglione. La verità, probabilmente, è nel mezzo. In poche parole, è un mezzo coglione.