Smartwatch: i migliori sul mercato, ecco come funzionano

Pubblicato il da

Smartwatch LgEntriamo appieno nel mercato degli smartwatch, sempre più usati e dalle caratteristiche sempre più invitanti, a partire dal prezzo.

Appena arrivato in Italia  è il G Watch di Lg, il primo smartwatch con il sistema Android Wear. Schermo da 1,65 pollici per soli 199 Euro, per funzionare richiede uno smartphone con l’App Wear.

Il suo utilizzo principale è quello di Google Now, che permette di leggere messaggi, mail, appuntamenti e informazioni, il tutto sullo schermo del vostro orologio. La ricerca vocale della rubrica così come quella delle mappe è stata ottimizzata appositamente per il device.

Samsung  invece ci presenta il Gear Live, dispositivo molto simile a livello tecnico al G watch di Lg. Entrambi sono dotati di un chipset da 1,2 GHz e di 4 GB di memoria interna. Ambedue costano meno di 200 euro.

Tra i piu’ attesi dell’anno ecco il Motorola Moto 360. Si tratta del primo smartwatch Motorola e vanta un form factor circolare, davvero simile ad un orologio da polso. Vediamo quali sono le caratteristiche tecniche di questo gioiellino presentanto durante l’evento Google I/O 2014. Non c’è allineamento di prezzo con LG G Watch e Samsung Gear: il Moto 360 viene quasi il doppio. Ancora non è certo il suo prezzo ma con un indiscrezioni rispetto al cambio ci fanno pensare che il prezzo si aggiri attorno ai 330 euro. L’interfaccia offre molte possibilità di personalizzazione dell’orologio, con un display da 1,8 pollici mentre la ricarica avviene tramite wireless.

Moto 360

Il Moto 360 si può interfacciare con tutti gli smartphone, dotati di Bluetooth 4.0 e Android 4.3. Sembra inoltre che il nuovo dispostivo non avrà la fotocamera, come invece speravano alcuni utenti.La casa ha rilanciato un video che spiega le potenzialità di questo sistema che sembra davvero essere il top per ciò che riguarda i comandi vocali “always on”.

Ecco come funziona il Motorola 360.

La ricerca intanto, lavora sul progetto Metaio, ovvero sulla realtà aumentata.  Gli smartwatch potranno scattare una foto per riconoscere le cose. Si migliora e si semplifica così l’interazione con gli smartphone tramite la computer visual recognition. E non si tratta di fantascienza, ma di programmi già pronti per essere lanciati sul mercato…

ipse dixit

Alfano parla di carcere per chi sceglie l’utero in affitto. Ma il ministro lo sa che in Italia questa pratica è già vietata dalla legge 40? continua

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili
21 aprile 2015 | Giovedì 23 aprile – ore 18,00 Libreria Ibs Via Nazionale, 254 – Roma Presentazione del libro “Il Creasogni” di Simone...