Prandelli sulla formazione dell’Italia contro l’Uruguay

Non posso dirla in questo momento. Già è una partita particolarmente difficile, diamo alle due squadre la possibilità di verificare solo all’ultimo, quando ci sarà l’ufficialità di chi gioca, di pensare alle marcature. Non penso che Tabarez comunicherà prima le sue scelte: è una gara da dentro o fuori. Però al momento dei sorteggi avremmo firmato tutti a giocare per la qualificazione all’ultima partita. Siamo in gara, competitivi, dobbiamo fare solo dei pensieri molto positivi. E’ la partita più importante della mia carriera professionale e non posso paragonarla a nessun’altra. E’ chiaro che se dovessi decidere di giocare con due attaccanti dovrei modificare qualcosa. Nell’ultima partita abbiamo cercato la possibilità di pareggiare con quattro punte e non ci siamo riusciti. Non è il numero di attaccanti ma la capacità di essere decisivi. Abbiamo dei pensieri ma non sono ancora ufficiali. Fino all’ultimo voglio tenere ancora tutti sulla corda, devono essere tutti pronti.