Amazon lancia il servizio di streaming musicale senza pubblicità

Pubblicato il da

Ed ecco che Amazon parte con l’operazione streaming musicalePrime Music, già da ieri operativo al 100% negli Stati Uniti. Vediamo di cosa si tratta e quali sono le caratteristiche fondamentali che lo distingueranno dagli altri  big del settore.  Se l’evento di presentazione era stato previsto per il 18 di giugno, Amazon ha colto tutti di sorpresa, tanto che la data sarà destinata esclusivamente al lancio del nuovo tablet.

Il meccanismo tenderà a privilegiare soprattutto i possessori del futuro”oggetto dei sogni”, in quali termini e con che tempistica occorre ancora capirlo.

La prima versione del servizio, che presto giungerà in Italia, è legata per gli Usa all’offerta Amazon Prime. Ecco quindi un milione di canzoni, prive della tanto odiata pubblicità, e riservate agli abbonati USA. Cosa cambia in Italia? Da oggi, gli abbonati avranno diritto ad ascoltare anche le canzoni di Prime Music.  

Vediamo però quale sarà la reale differenza tra Prime ed i suoi diretti concorrenti nello streaming musicale, quali Spotify o Deezer tra i più famosi. Il catalogo sarà più limitato in questa sua prima fase: parliamo di un milione di canzoni contro quasi i 20 delle big. Il gesto di Amazon sembra assumere dunque più una valenza simbolica per poi potersi ampliare al fine di concorrere con la nuova nascita dell’altro grande contenitore che nascerà dall’integrazione di Apple e Beats. Per ora il milione di album costuiscono in effetti un ottimo valore aggiunto rispetto ai film, alle serie tv e agli altri benefit che per soli 99 dollari l’anno gli abbonati Prime hanno a disposizione.

E’ tutto in divenire, ma l’attesa più invitante resta quella dei canali Youtube e di un possibile quanto auspicabile restyling al passo con i tempi, oltrechè la scoperta delle prestazioni del nuovo tablet targato Amazon.

ipse dixit

Alfano parla di carcere per chi sceglie l’utero in affitto. Ma il ministro lo sa che in Italia questa pratica è già vietata dalla legge 40? continua

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili
21 aprile 2015 | Giovedì 23 aprile – ore 18,00 Libreria Ibs Via Nazionale, 254 – Roma Presentazione del libro “Il Creasogni” di Simone...