Come ti dribblo il Cinepanettone!

Pubblicato il da

Già da novembre i tempi diventano più cupi e per gli amanti del cinema si apre la vera e propria stagione, con prospettive, false speranze, aspettative, deluse o meno, e tanta, tanta voglia di critica e confronti.

Ecco a nostro parere quali sono i film che hanno meritato un vero e proprio plauso, alcuni più altri meno, e quali invece si attendono con impazienza, dribblando così il/i cinepanettone natalizi, ma senza perdere l’amore per la calda sala che accompagna l’inverno di tutti i cinefili.

Senza se e senza ma, gli Hunger Games, tanto attesi ad inizio stagione, hanno regalato momenti di cinema vero. Niente film per adolescenti dunque, quanto piuttosto una lettura sulla dittatura che imperversa al giorno d’oggi nella realtà sociale. Attori e scenografie meritevoli e ritmi incalzanti. L’Ultima ruota del carro poi, con un Veronesi che non si farà dimenticare, e la presenza di Elio Germano in grande stile, hanno dato al 2013, quel tocco tutto italiano, attraversando trent’anni di storia del Paese, pur nella migliore tradizione della commedia italiana.  Ottima colonna sonora: da vedere.

L’ultimo Soderbergh lascia un po’ “stanchi”. Dietro i candelabri, dalla splendida scenografia e con un grande Michael Douglas, si racconta la storia di Liberace, pianista che negli anni ’60 ricco e famoso, viveva di eccessi  e non abbandona questo stile dannunziano per tutto il film. Tratto da una storia vera, pare che il film negli Usa non sia uscito, poiché la coppia Damon–Douglas avrebbe creato troppo scalpore accostandosi a figure gay.

Ed ecco finalmente il genio di Allen, con la sua Blue Jasmine, una donna capace di essere nobile nell’animo anche nella sua peggiore crisi esistenziale, un accostamento di mondi impossibili, il suo e quello della sorella, dove comunque Jasmine, non perderà mai il suo stile, la sua voglia di riscatto e quel fascino che la rappresenta per tutto il film.

Se i botteghini hanno sbancato con i Sogni segreti di Walter Mitty, qui senza dubbio spicca la colonna sonora, davvero incredibile. Tra il fantasy ed il reale, Ben Stiller, autore e produttore del film, vi porterà per più di due ore in una zona fantastica che ben si intreccia con la realtà. Classico film natalizio forse, ma che vale la pena vedere considerando poi la presenza di Sean Penn, che anche in poche battute, si fa deus ex machina della storia che tocca la crisi contemporanea.

E’ su Philomena, che già si legge profumo di Oscar per Judy Dench, che si intreccia con Steve Coogan, il giornalista che la aiuterà a trovare la figlia perduta. Storia vera, su un filone già conosciuto, che il regista ha voluto portare però sul piano della fede, ma anche del contraltare con la presenza di Coogan, ateo e realista. Nulla di melenso dunque, quanto piuttosto un vero e proprio capolavoro.

Cosa aspettarsi dopo Natale? Molte le attese, a partire da The Butler , un maggiordomo alla Casa bianca, altra storia vera, che dopo l’onda di Django e Kennedy, dovrà saper essere all’altezza, ma a quanto pare ne ha tutte le carte in regola. E di nuovo il perbenismo americano e la corruzione la fanno da padrona con American Hustle, l’apparenza inganna:  un cast che la dice lunga con Christian BaleAmy AdamsBradley CooperJeremy RennerJennifer Lawrence, per raccontare le verità nascoste sul contraltare del Congresso Americano.

Gli amanti di Capitan Harlock certo non lo perderanno, e ancora attendiamo il prossimo Virzì con Il Capitale Umano, dal 9 gennaio al cinema. Inaspettato, un thriller ambientato nella nostra Brianza, dai toni cupi.

In uscita il 16 invece Ridley Scott, con The Cousenlor, il procuratore. Anche qui un cast che parla chiaro, da Penelope Cruz a Cameron Diaz fino a Brad Pitt, per una storia che certo non è lontana dalla nostra realtà. Tra droga e apparenza, niente sarà scontato. Ed ecco un dribbling in perfetto stile natalizio tra i cinepanettoni per tutti gli amanti del Cinema, quello vero!

ipse dixit

Alfano parla di carcere per chi sceglie l’utero in affitto. Ma il ministro lo sa che in Italia questa pratica è già vietata dalla legge 40? continua

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili
21 aprile 2015 | Giovedì 23 aprile – ore 18,00 Libreria Ibs Via Nazionale, 254 – Roma Presentazione del libro “Il Creasogni” di Simone...