Matteo Renzi “si candida” alla segreteria del Pd

“Se avessimo pensato un po’ di più al lavoro dei giovani e meno a smacchiare il giaguaro al governo ci saremmo noi, senza Alfano, Brunetta e Schifani. Voglio una sinistra che governi l’Italia, non che si compiaccia di essere di sinistra. L’economia di questo paese è fatta di tante aziende serie, ma anche di realtà imprenditoriali di gente che con percentuali bassissime controlla, per esempio, grandi gruppi editoriali e industriali. Il sistema economico deve essere trasparente. Per questo vanno rottamati anche alcuni personaggi dell’economia, non solo della politica. C’è bisogno di una rivoluzione radicale, no di qualche giro di cacciavite”.