Allarme per GHB, la droga dello stupro

Pubblicato il da

Allarmante la diffusione, sempre maggiore, della GHB la cosiddetta“droga dello stupro”, la sostanza che da qualche tempo sta diventando molto familiare nelle discoteche in gran parte del mondo, preoccupando specialmente le donne.

In cosa consiste? Il GHB (gamma-idrossibutirrato) si presenta in forma liquida, insapore e dall’odore appena pungente; basta avvicinarsi al bicchiere di una persona distratta, versarla e attendere che l’abbia bevuta. I suoi effetti possono sopraggiungere dopo circa 5–20 minuti dall’assunzione e durare per un lasso di tempo che può variare da un’ora e mezza alle tre ore. Si ha una sensazione di benessere, rilassatezza, aumento della sensazione tattile, spigliatezza ed anche un aumento del desiderio sessuale. Negli uomini è diffusa soprattutto poiché aumenta il mantenimento dell’erezione maschile.

Il mattino dopo l’assunzione, si hanno gli effetti di un dopo sbronza, con senso di vertigine, nausea, confusione mentale e la quasi totale assenza di ricordi che riguardano il periodo d’effetto della droga stessa.

Il GHB però, provoca anche dipendenza fisica con crisi di astinenza della durata di 3-15 giorni caratterizzate da ansia, tremori, crampi muscolari e insonnia. Compromette fortemente le capacità di guida e consumare GHB può essere molto pericoloso per chi è in terapia con farmaci antiretrovirali, in particolare con inibitori della proteasi, poiché sembra esista un meccanismo di interazione. Le conseguenze possono essere fatali. Una dose eccessiva può portare al coma ed alla morte, soprattutto se mescolata all’assunzione di sostanze alcoliche.

La Polizia Municipale del Comune di Verona si raccomanda infatti di fare attenzione nelle discoteche e di diffidare di chiunque voglia offrire una bibita, specialmente quando non la si conosce e soprattutto se si tratta di un prodotto al momento non sigillato.

Il Ghb, o ecstasy liquida, è una droga che viene utilizzata quindi per stordire le vittime di violenze sessuali. Il suo consumo è illegale, ma su Internet si può acquistare. Come tutte le droghe e le sostanze illegali si acquista sul mercato nero, ma anche sottobanco in ambienti medici e, naturalmente, su Internet. Sui siti che vendono steroidi, su quelli che vendono Viagra e Cialis e su portali di shopping online che propongono le “alternative legali” alla sostanza illecita.

E’ una droga che nasce inizialmente per uso medico, come anestetico. Poi si diffonde tra i body builder che vogliono un aiuto per gonfiarsi i muscoli velocemente e ora viene utilizzata principalmente in discoteca e in modo allarmante per stordire le donne, utilizzata quindi da “uomini” che non sono in grado di conquistare realmente una donna.

ipse dixit

Alfano parla di carcere per chi sceglie l’utero in affitto. Ma il ministro lo sa che in Italia questa pratica è già vietata dalla legge 40? continua

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili
21 aprile 2015 | Giovedì 23 aprile – ore 18,00 Libreria Ibs Via Nazionale, 254 – Roma Presentazione del libro “Il Creasogni” di Simone...