“Saviano ricorda”, la parodia di un’icona

Un’icona sotto “l’attacco” della satira. La fantasia degli internauti non ha risparmiato nemmeno Roberto Saviano, tornato in libreria con Zero zero zero, e da anni simbolo delle battaglie legalitarie. Su Facebook (e Twitter) è infatti nata la pagina intitolata “Saviano ricorda” con una galleria di frasi attribuite allo scrittore scimmiottando il suo modo di raccontare.

«Un omaggio semi serio alla tecnica retorica del nostro affezionatissimo», si legge sulle informazioni della fan page. Che per mettere in chiaro il tenore sarcastico aggiunge: «No macchina del fango, massima pulizia, solo referenziati». E così tra i ricordi di Saviano affiora quello di quando il Dr. House gli confessò di essere un “falso invalido” oppure quando ha suggerito a Yoko Ono di convincere John Lennon a lasciare i Beatles. Anche se una delle più corrosive recita: «Ricordo quando dissi a Jfk “io eviterei la decappottabile”».

Nel caleidoscopio del web non possono mancare vigorosi attacchi da parte dei fan di Saviano. In alcuni commenti la pagina è duramente criticata per lo sfregio di un italico monumento, senza interpretare lo spirito satirico. Una semplice conferma che la mamma dei… privi di ironia è sempre incinta.

Stefano Iannaccone

Informazioni su Stefano Iannaccone

È nato pessimista nell'81, ma non si sa ancora bene di quale Secolo. Intanto, è diventato giornalista professionista, collaborando per varie testate tra cui Ilfattoquotidiano.it, Gli Stati Generali, La Notizia. Ora è addetto stampa di Possibile. Tra un raffreddore e l’altro ha pubblicato tre romanzi. Twitter: @SteI