La campagna elettorale di Bersani: televisone (quasi) addio

Pubblicato il da

E’ un duello senza tregua a colpi di zapping, quello che si sta consumando tra Berlusconi e Monti. Non c’è rete televisiva che tenga o programma che non li veda protagonisti: parlano e fanno parlare, una vera miniera di notizie. Eppure sulla grande scena manca un prezioso protagonista, il candidato PD PierLuigi Bersani sembra scomparso dalle tribune mediatiche, né una comparsata da Santoro, né una visita a “Quinta colonna” e neanche Barbara D’Urso ha avuto il piacere. Solo ieri è stato ospite a “Italia domanda”. Cartelloni a parte, il volto di Bersani si è dissolto nel nulla. Che abbia lasciato spazio a Monti e Berlusconi? Che aspetti il colpo mortale che i due si scaglieranno, per entrare in scena? In realtà il candidato premier sta preparando la sua mossa.

17 gennaio 2013. E’ la data ufficiale per l’inizio della campagna elettorale del PD. Un vero tuffo nel passato, non più arrivare all’elettorato attraverso il medium televisivo, ma puntare dritto al cuore delle folle grazie a pubblici comizi. Una mossa audace, che punta a spersonalizzare il partito e renderlo di tutti, perché la politica si costruisce e si vive tra le persone. Il primo dibattito si terrà a Roma, al teatro Ambra Jovinelli, con i giovani che voteranno per la prima volta: “Insieme a ragazzi e ragazze – dice Bersani – diremo chiaramente e concretamente in quale Italia vogliamo vivere nel futuro. Prima di ogni altra cosa vogliamo o no un’Italia dove ci sia moralità pubblica, sobrietà e rigore della politica, cultura dei diritti? Cominceremo da questa domanda, ci prenderemo i nostri impegni precisi e chiederemo agli altri se e come intendano prendersi i loro impegni”.

Italia. E’ la parola d’ordine della campagna elettorale del PD. Non si parlerà di Berlusconi/sì o Berlusconi/no, ma dei reali problemi del Paese, delle aspettative dei giovani, di trasparenza della politica. C’è la voglia di riprendere una comunicazione personale, che racconti la storia dell’Italia, una storia fatta di arte, bellezza, innovazione e creatività; una volta potati i rami secchi della politica, la nazione ripartirà:  “Daremo cittadinanza ai figli degli immigrati, proporremo una legge sui partiti, sulla trasparenza degli atti pubblici, sulle incompatibilità ; proporremo norme contro la corruzione come il falso in bilancio e l’autoriciclaggio. Prenderemo dunque le mosse dalla riscossa civica e morale. E ad ogni passo della campagna elettorale – conclude – avanzeremo via via le nostre proposte sui problemi della vita reale degli italiani. Per l’Italia giusta“.

L’incubo Berlusconi e l’apertura di Monti. Tra il dire e il fare, c’è di mezzo il sondaggio. Gli ultimi rilevamenti hanno mostrato che il gap tra il centrosinistra di Bersani e il centrodestra di Berlusconi si sta assottigliando, cosa che preoccupa non poco i sostenitori del PD. I toni di conseguenza si inaspriscono: “Il centrodestra? […] In alcune situazioni non bisogna sottovalutarlo perché in diverse realtà é presente, usa leve demagogiche e ha potenti mezzi. Siamo in linea di combattimento positiva, ma tuttavia la battaglia è difficile e complicata”. Dal centro invece, arriva una metaforica pacca sulla spalla da parte di Monti, che sottolinea la differenza che intercorre tra i suoi due avversari, l’ex rettore della Bocconi afferma che non è più tempo della politica equidistante, poichè “il Pdl è un avversario, mentre il Pd è un competitor”. Una differenza rilevante.

I media sono destinati a sparire dalla campagna elettorale di Bersani? A quanto sembra, nonostante le buone intenzioni, la televisione vedrà ancora il volto di Bersani tra i suoi canali. Il candidato premier è andato, in sordina, da Vespa; è stato prenotato per uno scontro a tre, in diretta Sky e “alle 22.30 sarò a #Ballaró su Rai3 (follow @pbersani)”. Cara tv non preoccuparti, la politica è ancora affar tuo.

ipse dixit

Alfano parla di carcere per chi sceglie l’utero in affitto. Ma il ministro lo sa che in Italia questa pratica è già vietata dalla legge 40? continua

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili
21 aprile 2015 | Giovedì 23 aprile – ore 18,00 Libreria Ibs Via Nazionale, 254 – Roma Presentazione del libro “Il Creasogni” di Simone...