Ponte Mollo aspetta il Baiocco 2012

Il logo del premio Baiocco

Chissà se nel 1841 quella masnada di artisti che si radunava al Grappolo d’Oro, a due passi da Ponte Mollo (quello che oggi chiamiamo Ponte Milvio) immaginava che un giorno quell’antica tradizione di assegnare il Baiocco a una persona meritevole sarebbe stata in voga anche dopo l’anno Duemila.

Certo, va subito spiegato che in realtà la tradizione del Baiocco è stata ripresa solo nel 1996, e grazie a un intervento del XX Municipio, ma… che importa? L’idea, sacrosanta e benemerita, oggi c’è, e questo è quel che conta. Insomma, a distanza di 170 anni il Baiocco oggi viene assegnato ogni anno a otto personaggi che si sono distinti, per un motivo o per l’altro, nell’area di Roma Nord. L’appuntamento per l’edizione di quest’anno è fissato la sera di martedì 20 ottobre alle pendici della Torretta Valadier.

Otto le categorie premiate: discipline tecniche e scientifiche, arti figurative, arti recitative e musicali, discipline letterarie, discipline sportive, attività commerciali, artigianali e professionali, impegno sociale e ambientale; e a queste si aggiunge il Baiocco speciale
assegnato a un artista straniero.