Lo sapevate? Sapevatelo

Pubblicato il da

A proposito di politica, per esempio, ci stava l’ex ministro Meloni e pure Mara Carfagna, insieme al marito, il signor Mezzaroma. E c’era pure il cognato di Mezzaroma, Lotito che poi è il presidente della Lazio, mentre l’altro cugino di Mezzaroma è il presidente del Siena e la cugina, Valentina, la vicepresidente. A proposito di politici, sai chi c’era pure? C’era quello che ha detto che chi si laurea a 28 anni è uno sfigato. Michel Martone, l’ho trovato su google come si scrive. È vero sembra Gramsci, per come porta i capelli. Ma c’ha i fianchi mollicci e la panza flaccida, come tutti i borghesi che frequenta. La giacca infatti gli andava stretta e si vedeva il grasso prendere forma dai lati. Poi, ad un certo punto ha tirato fuori il tabacco e si è fatto una sigaretta, mentre conversava con Catricalà, l’ex presidente dell’Agcom che adesso mi ha detto Stefano che fa il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, mica pizza&fichi. A proposito di presidenza del Consiglio, ci stava pure il figlio di Gianni Letta, Giampaolo che è il cugino di Enrico. Sta cosa dei Letta secondo me è andata così. Far fare politica a Giampaolo Letta sarebbe stato troppo, allora lo zio si è portato il nipote per dare meno all’occhio. Ma questa è un’altra storia. Torniamo alla festa. Tutti lì a mangiucchiare e bere, insieme ad Antonello Piroso che mo che ci penso stava pure al matrimonio della Carfagna e di Mezzaroma. Un bel gessato, orologio al polso destro, proprio lì dove porta il tatuaggio che simboleggia la Giustizia e girovagava per il locale. Che poi quel posto è piccolo e devi fare a spallate quando devi passare e se in mezzo alla sala ci sta uno come Luigi Abete, mica è facile fare manovra. Con Abete ci stava pure Bernabò Bocca, il marito di Benedetta Geronzi che poi è la sorella di Chiara Geronzi, quella del Tg5, che in effetti sono le figlie di Cesare. Geronzi. Tutti lì, a fare gli auguri a Nicola Maccanico, quello che il papà mi sa che ha fatto pure na legge chiamata “il lodo Maccanico”, che poi se non ricordo male è stata dichiarata incostituzionale dalla Corte Costituzionale. Vabbè, ma a parte questo, il video era carino. Tutti quanti hanno registrato un messaggio di auguri e bene o male tutti dicevano le stesse cose. Che il figlio di Maccanico è un bel ragazzo, ricco e intelligente. Più o meno le cose che gli diranno sin dalle elementari.

ipse dixit

“Non mi riferisco a un rischio di cesarismo, perché, francamente, quando sento parlare di Renzi non mi sembra un Cesare, ma più che altro il Cesaretto della trattoria di via della Croce”. continua

Augusto Minzolini ironizza così su Renzi
Maritozzi
12 luglio 2014 | Lo spettacolo all'interno della rassegna viterbese. continua ...