Lo sapevate? Sapevatelo

Pubblicato il da

A proposito di politica, per esempio, ci stava l’ex ministro Meloni e pure Mara Carfagna, insieme al marito, il signor Mezzaroma. E c’era pure il cognato di Mezzaroma, Lotito che poi è il presidente della Lazio, mentre l’altro cugino di Mezzaroma è il presidente del Siena e la cugina, Valentina, la vicepresidente. A proposito di politici, sai chi c’era pure? C’era quello che ha detto che chi si laurea a 28 anni è uno sfigato. Michel Martone, l’ho trovato su google come si scrive. È vero sembra Gramsci, per come porta i capelli. Ma c’ha i fianchi mollicci e la panza flaccida, come tutti i borghesi che frequenta. La giacca infatti gli andava stretta e si vedeva il grasso prendere forma dai lati. Poi, ad un certo punto ha tirato fuori il tabacco e si è fatto una sigaretta, mentre conversava con Catricalà, l’ex presidente dell’Agcom che adesso mi ha detto Stefano che fa il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, mica pizza&fichi. A proposito di presidenza del Consiglio, ci stava pure il figlio di Gianni Letta, Giampaolo che è il cugino di Enrico. Sta cosa dei Letta secondo me è andata così. Far fare politica a Giampaolo Letta sarebbe stato troppo, allora lo zio si è portato il nipote per dare meno all’occhio. Ma questa è un’altra storia. Torniamo alla festa. Tutti lì a mangiucchiare e bere, insieme ad Antonello Piroso che mo che ci penso stava pure al matrimonio della Carfagna e di Mezzaroma. Un bel gessato, orologio al polso destro, proprio lì dove porta il tatuaggio che simboleggia la Giustizia e girovagava per il locale. Che poi quel posto è piccolo e devi fare a spallate quando devi passare e se in mezzo alla sala ci sta uno come Luigi Abete, mica è facile fare manovra. Con Abete ci stava pure Bernabò Bocca, il marito di Benedetta Geronzi che poi è la sorella di Chiara Geronzi, quella del Tg5, che in effetti sono le figlie di Cesare. Geronzi. Tutti lì, a fare gli auguri a Nicola Maccanico, quello che il papà mi sa che ha fatto pure na legge chiamata “il lodo Maccanico”, che poi se non ricordo male è stata dichiarata incostituzionale dalla Corte Costituzionale. Vabbè, ma a parte questo, il video era carino. Tutti quanti hanno registrato un messaggio di auguri e bene o male tutti dicevano le stesse cose. Che il figlio di Maccanico è un bel ragazzo, ricco e intelligente. Più o meno le cose che gli diranno sin dalle elementari.

ipse dixit

“Tu devi anche pensare a quelli che le cose le sanno, non solo a quegli altri”.  

Massimo D’Alema a Matteo Renzi
b0e3569c4ecea8598d7467a6be4eb7f6_650x
25 settembre 2014 | Forse i libri che vi presentiamo qui di seguito non saranno mai dei best-sellers, ma le loro copertine e i...